Domenica, 02 Agosto 2015 16:57

La storia

Scritto da 
Mario Goglia e Maurizio Bisi Mario Goglia e Maurizio Bisi

LA STORIA

“Compendiare in poche righe oltre sessant'anni di calcio giocato, diretto, organizzato, comunque vissuto con la solita immensa passione dei volontari dello sport, stride persino se solo si pensa al tanto lavoro che, dietro alle parole appena scritte, il calcio giovanile dilettantistico fa apparire in superficie. Tuttavia lo spazio, in questa occasione, è tiranno e pertanto andiamo con le prime note che iniziano da un lontano 1949, quando il "San Giorgio", dapprima realtà oratoriale e poi di un'intera borgata, Mirafiori, prima che altri club venissero, giustamente, alla luce e iniziassero un stimolante antagonismo sportivo, cominciò a coagulare la solita bella gioventù ed a scorrazzare per città e paesi della regione. In quegli anni primeggiò un personaggio che è meglio conosciuto come Giuseppe Rellecati. Nel 1984, l'altro polo di questo futuribile Atletico Torino si evidenziò nella squadra del "Beppe Viola Autopitagora" fondata da Donato Pandiscia. Le due società, nel frattempo si conquistarono la gestione di due impianti sportivi della zona: il "Nitti" la prima e il "Palatucci" la seconda. Nel 1995 entra in scena Franco Mazzuccato, proveniente da un cospicua esperienza dirigenziale, che diventa presidente del "San Giorgio", il quale, nel 2002, unisce le forze con il "Beppe Viola" denominandosi "Beppe Viola San Giorgio", mentre soltanto nel 2005 assume l'attuale denominazione di "Atletico Torino", con presidente Fortunato Arcella.
Da quel momento la società si espande in qualità e in quantità sino all'attuale organizzazione societaria con la consapevolezza di essere tra le migliori Società del panorama calcistico Torinese”.

L’ATTUALITA’

Le parole scritte da Tito Delton nel suo libro “Una storia, tante storie” riassumono la nascita dell’Atletico Torino. A dieci anni di distanza, il presidente è ancora Mimmo Arcella, coadiuvato dal vicepresidente Donato Pandiscia, dal direttore generale Fulvio Cocchi (nuovo acquisto della stagione 2015/2016), dallo storico direttore sportivo e "tuttofare" Mario Goglia e dal responsabile del Settore giovanile Maurizio Bisi. Il campo principale è il “Palatucci” (che ospita anche alcune squadre del Torino, a riprova degli ottimi rapporti con la società granata), ma la società ha in uso anche alcuni spazi al “Nitti”.

La Prima squadra gioca in Promozione, il Settore giovanile rimane il fiore all’occhiello della società, la Scuola calcio è la base imprescindibile per costruire il futuro: in tutto, circa 500 tesserati testimoniano una società ricca e in salute.

IL SALUTO DEL PRESIDENTE

Con il primo Titolo Regionale vinto dalla nostra Società con tanto di approdo alle Final Six di Chianciano ho piacere di portarvi a conoscenza dei grandi risultati ottenuti dalla nostra Società. La salvezza ottenuta con la nostra Prima squadra, il titolo di Campioni Regionali vinto con la categoria Giovanissimi, oltre ai tanti tornei vinti con gli Allievi dove tanti nostri '98 quest'anno faranno parte della Prima squadra. Traguardi figli dell'impegno di tutti e del sacrificio dei nostri tesserati. Abbiamo lanciato due ragazzi che sono approdati in una Società di prima fascia del calcio professionistico, vale a dire il Torino, dove faranno parte della rosa Allievi, una soddisfazione unica. Ringrazio tutto il mio staff, i dirigenti, la segreteria, gli allenatori, i ragazzi che per me sono come dei figli. E' stata una grandissima stagione e siamo pronti a ripartire più carichi che mai.

 

Grazie a tutti, Mimmo Arcella

Ultima modifica il Mercoledì, 21 Ottobre 2015 14:52