Domenica, 07 Maggio 2017 21:54

Intervistando...Gaetano Ferro - preparatore portieri

Scritto da 

Oggi conosciamo Gaetano Ferro - preparatore dei portieri

---------------------------------------------------------------------------------------------

Ciao Gaetano, parlaci di te e della tua esperienza come preparatore dei portieri

- Svolgo da 13 anni questo mestiere , in realtà da quando ho appeso i guanti al chiodo. Ammetto di  essere fiero di trasmettere ad altri , soprattutto ai più piccoli, i segreti, la bellezza e l'importanza del ruolo del portiere. Ho iniziato ad allenare nella scuola calcio e progressivamente il settore giovanile; da due anni sono il preparatore della prima squadra e della Juniores. Prima di questa esperienza all'Atletico Torino, ho allenato anche squadre di calcio a 5 in serie A2 e in serie B.

 

Ci parli dei tuoi allievi? Ma soprattutto di cosa caratterizza il ruolo del portiere?

-  I miei allievi quest'anno sono in prima squadra Gurlino e Scardino, mentre in Juniores Parise. Tre buoni portieri con caratteristiche tecniche e caratteriali differenti. Gurlino è un buon portiere di categoria, reattivo e po' pazzerello...come un portiere deve essere. Scardino (classe 98) invece è un emotivo, lo sto aiutando nel miglioramento della concentrazione durante le gare, nella tecnica con i piedi ..di suo ha tanta voglia di dimostrare. Quest'anno già 16 presenze in Promozione. Parise è con me già dal settore giovanile, un buon portiere, reattivo e forte con il gioco di piedi. Devo dirti che tutti e tre mi hanno dato gran soddisfazione questa stagione.

Come sai  il portiere è l'ultimo baluardo della squadra e per me ricopre un ruolo principale. Oltre alle doti tecniche e atletiche , il portiere deve essere forte a livello psicologico ed avere un carisma fuori dal comune.

 

Ci vuoi raccontare  del pianeta Atletico Torino?

-  Sono all'Atletico Torino da 5 anni e ritengo che la società sia cresciuta molto di livello, anche per alcuni cambiamenti dirigenziali che hanno sicuramente dato una svolta positiva, riservando  particolare attenzione alla crescita dei propri atleti. Ho trovato dei buoni tecnici e ammiro  attualmente  l'entusiasmo e la passione, unite all'energia del Presidente Arcella, di Mario Golglia e del Ds. Santomauro, che ringrazio. Oggi  riconosco però che ci siano ancora margini di miglioramento in società.

 

Usi materiali particolari per allenare?

Uso generalmente il materiale che la società mette a disposizione. Cerco di tenermi aggiornato sui nuovi metodi di allenamento con schede e video.

 

Perché agli addetti ai lavori manca il coraggio e/o la voglia di lanciare giovani portieri?

- Perché si cercano i risultati a tutti i costi  e non aspettiamo i processi di maturazione dei giovani portieri, che sicuramente possono imparare dai propri errori. Noi quest'anno abbiamo invertito questa tendenza, facendo giocare ad esempio un classe 98 una quindicina di partite in Promozione, in un campionato difficile. Personalmente un portiere giovane deve essere supportato e non "massacrato".

 

Grazie  Gaetano e  buon lavoro...

 

 

 Seguici sulla pagina Risultato immagine per logo fb vettoriale

Ultima modifica il Domenica, 14 Maggio 2017 20:42